"THE END"

martedì 16 ottobre 2012

Scrittura. Catarsi. Oriente. Fenomeno, Energia e Pensiero

Non sapevo che titolo dare ... potevo anche intitolarlo:  Energia. Scrittura. Catarsi. Realtà ed Esperienza. Anche Rivoluzione però, perché in fondo parla di una rivoluzione ... quella che ognuno di noi cerca ... ma questa è una compilation e come tale andrebbe letta.


Spesso rileggendo quello che scrivo mi chiedo se sono stato io ... quando scrivo. Perché proprio a giorni da scrivere non ho nulla, niente da dire e ispirazioni zero. Poi accade qualcosa nella testa, che scatta, e immediatamente devi scrivere, cavolo questa devo scriverla perché poi la dimentico ... e poi la dimentichi davvero se non la scrivi: Incredibile come idee sublimi svaniscano e non le trovi più ... sai le canzoni, son come i fiori, se non le cogli poi svaniscono! 
I pensieri sono così ... a volte svaniscono, "a volte ritornano" come il libro di Stephen King, lo ricorda qualcuno? Cavolo, io si ... che ricordi quell'estate. Lo leggevo ... ventidue anni fa diciamo ... avevo chiuso con la scuola e iniziai a leggere libri, Stephen King era il mio amato, e mi leggevo le storie di King, il Re appunto dell'horror e mi ricordo benissimo anche Cabal, un romanzo assurdo ma affascinante di Barker Clive, il nuovo Stephen King lo giudicava la critica di allora. Mi piacevano quei libri sopratutto, lo so, cavolate ma ero molto giovane e non potevo proprio capire di più pare. Fumavo il pomeriggio dopo pranzo la mia erba e con la musica accesa leggevo sino alle sei di sera anche, e fumavo erba! Mi ricordo ancora dei passaggi di quel libro ... i ricordi che non svaniscono e l'erba incriminata ... provate a bere e poi leggere a vedere se ce la fate! Pensate un po', o voi che leggete, la mia lettura qual'era: Mi avevano prestato Siddharta di Herman Hesse più o meno a quei tempi, avevo diciotto anni o giù di li, non ero riuscito ad andare avanti più di qualche decina di pagine. Come si cambia ... per non morire cantava Fiorella Mannoia ... : Dalle tempeste della vita ne esce solo chi si adatta, per tutti gli altri è l'estinzione
... non si tratta di regole ma di principi, una regola indica come una cosa va fatta, un principio indica che la cosa funziona
il resto al link : Adaptation 
Comunque avevo iniziato a scrivere stasera perchè volevo raccontare come sovente rileggo quello che scrivo e mi chiedo ma io ho scritto questo? Non mi ricordo di averlo scritto, o meglio, mi piace tanto quello che leggo e non mi sembra nemmeno di essere stato io. 
Sapete che alcuni scrittori l'hanno detto questo? E non pochi!
 Schopenhauer diceva di consegnare "la sua opera" al mondo perché la utilizzasse quando sarebbe stato pronto ... altri invece hanno scritto che non sanno da dove provengono le loro idee, poi ovviamente è arrivato anche quello in contatto con dio, lui solo e gli altri niente perché così negando agli altri la possibilità lui ne diventava il pastore ovviamente. altri ancora raccontavano che qualcuno gli dettava semplicemente. Sono vere tutte in un certo senso. Non sai da dove provengono certi pensieri e peggio ancora a volte sembra che li dettino nella tua testa ... state tranquilli che non sono schizofrenico, no, almeno quello non ancora, chissà però in futuro ... non sento ancora le voci! Tante cose, quasi tutte, dicevo sempre "io non lo faccio". E poi le facevo e mi piaceva anche. Chiaro però, sento la mia come tutti voi ... la mia ... è davvero mia quella voce poi? E di chi altrimenti? Ci sono nato ... o non ricordo, l'ho trovata li e l'ascolto. Andiamo anche d'accordo .... hahahaha. Andare d'accordo con se stessi è non fondamentale ma necessario se vuoi stare bene. Niente lotte interne e niente guerre esterne. Non andare d'accordo con se stessi è brutto. Già ... noi che non dobbiamo sentire le voci viviamo tutta la vita con una voce nella testa ... e dai, dite anche di no! E' la vostra coscienza ... l'anima. O lo spirito ... chiamatela come volete,  il senso non cambia affatto.
Vedete, siamo la società del controsenso assoluto. Nelle nostre piccole azioni ripetute e quotidiane costruiamo la realtà ... 

Ecco dimostrata la stupidità! 
Visto? 

Dire la verità. Dire quello che siamo. Parlare di cosa siamo, quello che non si fa mai insomma, non di cosa hanno fatto o fanno gli altri, parlate di cose che non capite nemmeno allora ... però lo fate quasi sempre e quasi tutti ...
Trovate persone più intelligenti di voi, cercatele diceva qual tizio: Diventi più furbo solo se giochi con l'avversario più furbo. Che ti frega insomma, ma ti insegna ... gli insegnamenti non sono senza prezzo. 
Nemmeno l'esperienza lo è. Vale talmente tanto che non si può vendere ...

Se noi avessimo al telegiornale delle otto la tizia o il tizio mal vestiti ma composti che ci parlano di questo non credete che avremo una civiltà completamente differente? O pensate che non servirebbe a nulla? Guardateli invece, alle otto di sera vestiti splendenti con il sorrisino da imbecilli stampato in faccia vengono ad annunciarti uno stupro o una strage, a che serve? hehe, scusate ma si deve ridere ... mi scusino i sorridenti e non ce l'ho con loro, ce l'ho con tutti quelli dei media che detesto perchè rincoglioniscono il popolo, se li ascolta, sono pagati per non farli pensare e lo sanno
Che lavoro di merda!!! Lo fareste voi?
  ... si vede che è finto. Sorridere non è brutto, anzi, meglio ancora ridere ... ma se ti viene, se non ti viene perché sforzarsi di farlo? La naturalezza, che è il bello dell'esistenza, è perduta per sempre se ci sforziamo ... ad alcuni scappa, ma ad altri no 

... we are different ... because we are One!


We come one
che bel brano questo ...

Lo vedete come vi hanno narcotizzato tutti? 
... esperto in narcotici, fidatevi!


Hanno fatto in modo che voi manteneste un comportamento differente da quello che avreste avuto naturalmente. Il doping fa più o meno lo stesso effetto nello sport. La droga anche, diventi alienato dal mondo circostante e non lo riconosci più per quello che è ... a volte, col trip per esempio, era anche la cosa illuminante questa, vedere proprio la realtà con altri occhi .... proprio percepirla differente ... ma va bene per qualche ora o giorno, non per sempre! Niente è o può essere per sempre.

E se noi davvero iniziassimo a considerare che indubbiamente c'è un riflettere interno a noi che come l'intestino produce feci ad ogni istante, il cervello produce pensieri scriveva il grande Arthur, uno dei migliori di tutti i tempi che non per niente acquisiva, o tra tanti libri del suo sapere, vi troviamo le Upanishad: Le avete lette? 
Difficili da comprendere non lo sono affatto ... la saggezza orientale, I Veda le sacre scritture indiane ... sembra proprio che la fonte del sapere sia da quelle parti. 
Non avete la sensazione che in luoghi differenti del pianeta, a viverci, significa essere attraversati da differenti energie? Io non sento la stessa energia in tutti i luoghi ma se parlo di questo mi catalogano nel folle perchè dice cose che non sono dimostrabili a prima vista e che pochi conoscono ... parla con quelli che viaggiano e senti cosa ti dicono. Sembra che sia così davvero. Io posso confermare solamente, non sono grande viaggiatore, per niente rispetto a molti che hanno davvero visto i 5 continenti, però ho vissuto anche a qualche centinaio o anche un migliaio e più chilometri di distanza, e si sentiva ... non posso spiegare cosa e lo sapete ... lo sappiamo tutti ma facciamo finta di niente proprio come ci hanno insegnato. I medici, il secolo scorso,  ricordava sempre Hesse, hanno inventato la schizofrenia. Lui confermava, non abbiamo una voce ma mille dentro di noi ... addirittura! Uno, nessuno e centomila. Io mi fermo ad una. Parla tanto e sa tante cose, ma è sempre una sola. Niente demonio e niente dio. Solo un punto,
il punto 0 che mi tiene sospeso sull'esistenza finché tutto attorno a me gira e muta ... quel filo che si romperà come il cordone ombelicale ...

Il Pendolo di Focault ha la sua magia!
 

Lo avevamo fatto a scuola, era affascinante da vedere! Il centro a cui tutto ruota attorno ... focalizzarsi su di una sola cosa ... tutto gira tranne il centro che rimane in eterno li, immobile, fermo a ricordarci che tutto ruota attorno, il ciclo, il giro ...
... è solo un giro di giostra. Bill Hicks, un'alto uomo Grandioso!
Quelli che cercano le madonne che piangono mi fanno diventare triste ... con tutti i miracoli che hanno attorno e non vedono. Cosa vi perdete! Ma si vede che non eravate pronti, non c'è altro motivo sapete? L'evento si manifesta, come il maestro, solo quando sei pronto. Prima no. 
Sarebbe tempo perso e la natura non sembra abbia da perdere tempo.
Se ci fosse stato altro modo per insegnarcelo 
non saremo mai nati. A.S.

Eccolo qual il tema che volevo trattare inizialmente ma poi s'è evoluto:
 Non sai a volte da dove provengono i tuoi scritti "esattamente".I particolari che rendono bello o brutto il tutto non li sappiamo più cogliere bombardati da mille segnali, da mille specchietti per le allodole. Ci indirizzano a cercare le cose grandi quando non sappiamo cogliere le basilari!
Lo vedete che è calcolato? Io non so, come non sapete voi, chi ha generato questo sistema che noi abbiamo contribuito a rendere marcio, però gli si devono fare i complimenti, ammettiamolo! 
Ma torniamo allo scrivere per un attimo, a volte sembra che ti dettino per brevi attimi, altre volte invece crei all'istante ... però hai necessità di buttare fuori. Scrivere è un bisogno, un'abitudine diceva Nice, e per me aveva ragione. E' una delle cose che la psicologia mi ha insegnato di utili. Scrivere e rileggere, il momento della catarsi. Lo conoscevano già i greci antichi nelle loro opere ... sono monotono nelle citazioni ma sono i miei idoli questi. Umani, troppo umani, perché sono uomo e non riesco a immaginare altre forme differenti dalla mia, è solo questione che ho dimenticato ... 
Condannati a non ricordare il futuro e a non dimenticare il passato. Questa me la ricordo, bella canzone del 98, Unforgivable Sinner
La fede ha tramutato tutto in peccato ... esperienza la accumuli se provi ... provando erri e quindi impari e cresci. Conoscete altro sistema? Si, mantenere tutti adolescenti per sempre, ecco come:
Manipolazione spirituale dei mass media

IL POTERE DEI META MESSAGGI E DELLA MENTEquesti solo per iniziare ... leggete poi manuali di psicologia o di comunicazione pubblicitaria e vi insegnano a vendere. Li vi spaventerete un po' e inizierete a riflettere secondo me ...

Pensate che massa di tamburi avete tutti i giorni che vi martellano il cervello con stronzate gigantesche e grande pessimismo .... e ci sono riusciti! Come hanno fatto ti chiedi? Assassini, ladri, stupri, paura, paura e paure. Quelle che dovete avere, come se al mondo si ammazzassero tutti per un nulla. Non succede niente di buono ripetutamente come gli avvenimenti di cronaca che ripetono all'infinito come un tam-tam, solo cose orribili la fuori, abbiate paura. Questa è la nostra religione oggi. Milioni di persone che le ascoltano tutti i giorni come una volta tutti dovevano andare dal prete del paesino. Oggi tutti sentono o leggono un tg al giorno almeno. 
E come mai che non funziona su tutti però?
Questa è una bella domanda.
Non è il problema irrisolvibile, sei tu che lo vedi da una prospettiva sbagliata. Le giuste domande ti portano alla soluzione  non quelle sbagliate. 

In ogni modo, io vorrei sapere da dove provengono i miei pensieri e se sono davvero miei o se anche quelli sono solo apparenza ... e se sapessi da dove provengono saprei anche il perchè delle mie brame: Tutto nasce dal bramare diceva Buddha. Il desiderio è la fonte di ogni dolore, tolto il desiderio, tolto il dolore. E insegnandolo agli altri aggiungeva: Non attaccatevi a me, quando mi avrete usato fate come con la zattera quando attraversate il fiume, bruciatela. 
 Ci sono stati molti uomini che hanno scritto di questo, ma a parte sulle pagine dei libri più nessuno ne parla. Silenzio assoluto!
 Come mai? Ve lo siete mai chiesto? 
Come mai che certi argomenti non li toccano secondo voi?
Io si che me lo sono chiesto, sempre, sono curioso e mi chiedo perchè. Quando lo so mi stupisco magari ... 
Lo tengono nascosto o peggio ancora ti fanno discutere e studiare ciò che non esiste, economia per esempio, mica è nata con noi la rapina che chiamano economiae non studiamo quello che abbiamo e siamo? Iniziamo dalle cose basilari ... dalle piccole cose non dalle grandi ...

E chi è che ci tiene tanto a insegnarci questo?

I conti tornano e oramai è chiarissimo e tutti gli stupili idoli stanno per sgretolarsi ... la nostra è una brutta epoca? No, è intensa e anzi, credo che i cambiamenti che abbiamo visto noi in un secolo ... tutto sta correndo ... come prima di sbattere, in fisica i corpi prima dell'impatto accelerano se non erro? O dico una cazzata ora? Si parlava di un accelerazione finale però in fisica ... non ricordo ora! Devo cercare  conferme ...
Comunque si, andiamo in modo esponenziale oramai. Molti criticano i cambiamenti, poi abbiamo degli psicopatici che invece di internarli li hanno onorati e gli hanno dato cioccolatini di più che agli altri ... vengono chiamati potere ... ma il potere siamo noi visto che su di noi si fondano ... però è anche evidente che lo strapotere della chiesa si è affievolito! Lo hanno distribuito un po' e si vive meglio, 
ne hanno ancora troppo, ma stanno annaspando ... e verranno anche inghiottiti dalla voragine che si sono scavati attorno, da secoli, grazie ai loro modi di convincere le persone, con la tortura, il rogo, le pene dell'inferno, etc, etc.
Rifletteteci su questo ... perché la soluzione del problema è sempre li davanti, solo che prima non lo avevi notato, o pensato appunto ... e se allora i voladeros oppure i predatori o parassiti dell'anima esistessero davvero? 
Faccio fatica a credere a creature che desiderano solo il male perchè lo dovrebbero desiderare anche per se stesse e come potrebbero conoscere il bene e desiderare il male?
 Però ...mi sono stupito più volte in vita mia, anzi, tante volte ... ergo
L'avete visto il film - documentario Lo Sfidante, credo, no? 
Qui e qui altri miei due articoli sul tema predatori oscuri perché un poco inizio a crederci sapete? Non sono per nulla convinto e fatico a vedere se credo, o usi la fede o pensi, ma però tuttavia devo riconoscere che 
non dice cose sbagliate, non l'ho visto per intero, però mi sono riguardato più volte la prima ora e mezza. Dice cose molto veritiere e interessanti. Vediamo persone che vogliono il potere solo per infliggere sofferenza e dolore agli altri, il bello è che poi gli ripiomba addosso più forte della volta precedente, perché la legge dell'attrazione non si può dimenticare ... esiste e tieni in piedi tutto. Altro tema che non trattiamo noi cristiani. Voi, pardon, meglio prendere sempre le giuste distanze. La storia del karma invece è logica, è anche molto bella, però non si deve attendere un'altra vita molto spesso, anzi, già qui vediamo i risultati, in esclusiva per noi. Credo più a questo perché lo vedo attorno a me. Anche gli ebrei lo credono nella loro religione oltre all'oriente ... va beh, è la che hanno preso anche loro e dall'Egitto, loro, quelli che sembra vogliano addomesticare il mondo, sempre che sia come la presentino, però ... la religione giudaica genera cristianesimo e islam
Le 3 religioni monoteistiche sono queste.
 E non mi sembra che dove regnano abbiano fatto dei capolavori ...

Vedete, trattare argomenti differenti porta a discussioni differenti ... alle parole seguono le riflessioni se sono degne e poi seguono i fatti se non siamo scemi, per esempio se parlo di calcio parlerò di cavolate per forza di cose, è un gioco e anche stupido secondo i miei gusti, niente di più, ma se discuto di chi sono io iniziano le domande interessanti e anche le discussioni poi seguiranno per forza degli eventi differenti ... molti lo chiamano impegnarsi questo, pensare, riflettere, o prendersi problemi ... oppure dire che è difficile parlare di questo, ma non è difficile, difficile è dire la verità in un epoca di menzogne appunto, ma non è complicato nemmeno questo, serve solo volontà, la volontà di essere se stessi, più che volontà vera e propria potrei anche definirla personalità. 
Se tutti l'avessero come hanno l'omertà su quello che ritengono giusto, la mafia non esisterebbe, le raccomandazioni nemmeno ... sarebbe tutto migliore certamente.
Avere personalità allora la definisco. O meglio ancora: Lasciare che l'onda sia onda e si manifesti completamente, non cercare di contenerla, (più ti opponi e più ti tira giù cantava Ligabue qualche anno fa in una sua bellissima canzone - Ho perso le parole - ascoltatela bene), un'onda non la vedrai mai in cielo sotto forma di nuvola prima che non compia il suo ciclo, deve essere prima onda, poi vapore, poi nuvola, pioggia e poi ancora acqua ... avete visto il film primavera, estate, autunno, inverno e ... ancora primavera? Interessante lo definirei come minimo.
 In troppi sono spaventati però, ma perché li hanno spaventati: Hanno utilizzato le loro paure,le nostre. Se sei ignorante hai tante paure, lo sanno e lo vogliono questo, fanno di tutto per averlo, un'uomo senza paure non lo gestisci molto bene ... su cosa farai leva quando non sarà d'accordo?
E' per questo che ve ne hanno installate tante. Non perchè il mondo è brutto e cattivo, casomai lo stiamo noi rendendo invivibile per le nostre convinzioni idiote, e  perché lo hanno mostrato così, sottolineandone solo gli aspetti negativi e tralasciando quelli positivi, e poi vederlo differentemente a voi non piace, cercate la sicurezza che se "non" rubate andrete in paradiso, vi dovete rimettere in discussione su tutto e non ne siete capaci o non ne avete voglia.
 Il problema a dire la verità è questo e permettetemi, è un problema vostro più che degli altri ...
Io non ho mai rubato, ho sempre e solo preso, e prendere quando si ha fame non è affatto una cosa sbagliata. 
Se vogliono il comando devono sempre tenere per il bavero tramite ricatti o premi, altrimenti se ti stacchi non ti vedono più, e lo sanno anche questo! 
Ricordatelo sempre. Sempre! 
 Non ho avuto paura quando mi trovavo vicino alla morte, la devo avere adesso, mi chiedo io? 
La cosa più semplice l'abbiamo resa complicata per assomigliare a modelli di realtà che non esistono. ahimè! , 
crollano tutte le nostre certezze ma anche maschere dicendo il vero. 
In fondo le certezze ti rendono anche schiavo, non sono solo appaganti e basta, no, hanno un prezzo anche queste, non sono in vendita ma costano qualcosa ... altrimenti sarebbe tutto troppo facile e non piace a nessuno.
Si toglie il velo dell'illusione quando tutte le nostre certezze crollano allora, il velo di maya citato nei Veda Indiani. Non sono ne buddhista ne induista, ne cristiano, io sono un soggetto non catalogabile molto facilmente, ho solo letto tanto e provato molto. Punto. La mia non è una vita "standard", per niente, se è per poco non mi scomodo nemmeno, scusate l'umiltà ma io mi muovo solo per cose speciali e che pochi sanno fare: Ho sempre desiderato questo, che volete di più? Forse me la sono progettata proprio io questa esistenza contorta ed emozionante, un po' folle e senza catene, forse si, potrebbe anche essere comunque ... sono un randagio, l'ho sempre detto di me stesso. Non pensavo mai di farlo, eppure, ho preso lo zaino e sono partito, più di una volta anche ... e lo rifarei domani subito se si presenta la scelta o l'obbligo in un certo senso ...
Ascoltate questa canzone di poco tempo fa, me la dedico e la dedico a chi la sente, sembra scritta per noi ribelli. Sembra ... è!!!
Brado, Litfiba 

Piuttosto sapete due piccole curiosità a proposito? Il titolo del blog me l'ha detto una persona, non è mio, non sapevo che nome dargli, poi ho fatto l'articolo del perché è "fintatolleranza", come stavolta utilizzo la frase difficile "dire" la verità in un epoca di menzogne proprio nell'articolo che leggete e penso, ma cavolo, nel blog ho scritto cercare ...ma è la stessa frase! Coincidenze? Avete visto molte coincidenze voi? Io non le definirei con quel termine, solo che è il solo modo per farmi capire da voi che leggete.

E chiediamoci: Cosa ce ne facciamo di una certezza temporanea che svanirà?
Perché è questo che stanno vendendo a tutti, è questo che tutti inseguiamo, l'illusione che si possa essere certi di qualcosa situato nel futuro ... bella la fregatura, non trovate? Geniale ... da chiromanti!

... la legge dell'attrazione appunto ... 
Ti attiri quello che pensi. Non lo credo affatto nemmeno questo, ti attirerai casomai quello che ti serve secondo me, per crescere, se devi crescere, no? Altrimenti resti uguale a prima. 
E se discutiamo di queste cose tutti i giorni Iniziamo a vedere che siamo tutti uguali ... niente razza, niente età, niente posizione sociale. Solo esperienze. 
A chi non fa comodo questo? Pensateci ... a quelli che proprio le vietano tutte! Cadiamo sempre li se andiamo alla radice ...

Io mi dico sempre che il giorno che sapremo da dove provengono i "nostri" pensieri e cosa sono, avremo svelato il più grande segreto.Arriveremo mai a svelarlo? Non credevamo nel volo, era un mito che cadeva ... ora lo facciamo tutti i giorni.
Ma forse è bello perché è misterioso ... il mistero ci piace, o forse non siamo ancora pronti, le cose sono due secondo me.
Potremo anche averlo fatto noi, su misura così com'è ... non avete mai pensato la mia vita sembra tagliata a pennello per come sono fatto io?!! Per sentire questo però bisogna lasciare che si sviluppi il nostro io, desideroso di vivere ... se lo soffochiamo non lo sentiremo più ... come Siddharta, dopo essere stato eremita e provato dopo la ricchezza vuole uccidersi annoiato da tutto, sesso, soldi e inutilità di ogni genere, si getta nel fiume perchè non sente più la sua voce interiore, nella bolgia della modernità si era assopita, addormentata. Ma quando si getta in acqua e sta per morire la sente di nuovo: "om" se non erro è la manifestazione della sua voce e subito risale a galla per vivere di nuovo e sente la forza della vita, della volontà che vuole proseguire nel cammino, poi troverà quello che tanto andava cercando ... lo troverà accanto al fiume dove viveva: Nello scorrere dell'acqua sente le grida di dolore, le risate di gioia, le grida di desiderio e di piacere, ma anche di dolore straziante, sente il pianto del bambino alla nascita e il vecchio che rantola mentre muore nel dolore, sentiva tutto quello che accade nel mondo contemporaneamente, tutto assieme in questo fiume che scorre e rappresenta la vita. Il ciclo dell'acqua rappresenta la vita perfettamente per le credenze orientali. 
Le parti differenti dell'infinito si uniscono in miliardi di sfumature e tonalità per mettere insieme la più grandiosa melodia che mai nessuno abbia mai udito ... mai nessuno ha visto tanto immensa opera ... mai nessuno aveva ammirato opera tanto bella e tanto immensa ... non ricordo più le giuste parole scritte nel libro perché sono diverse frasi, MA quella è la definizione più esatta che ho trovato della realtà!!! 
Nessuno si è avvicinato tanto secondo la mia opinione, la trovo maledettamente esatta. Complimenti ancora Hesse e grazie per quello che hai lasciato. Un grande da cui trarre insegnamenti, uno dei tanti passati per un attimo, su questo pianeta che rotea a velocità pazzesca nel vuoto. 
E noi cerchiamo certezze? E noi progettiamo il futuro? Ma quale futuro? Quello che avevamo sognato o quello che poi si presenta? Di quale futuro e quali certezze stiamo parlando adesso? Quando discutiamo di questo non si deve tralasciare la parte della nostra recita in tutto ciò ... siamo marionette in mano a qualcosa di sconosciuto ... destino? Ah, si, il destino te lo fai ... eterno discorso, anche questo vero e non vero come tutti! Se te lo fai perché non puoi decidere dove nasci e quando morirai? Cioè lo scegli tu ma non lo scegli tu ... interessante sapere che se di un evento non posso scegliere i lati principali potrei invece poter scegliere tutto il resto ... non sta in piedi ma se vi piace così non è un problema mio ancora una volta ...
Quel giorno, dopo che rilessi il libro per la terza volta in una settimana mi trovai cambiato dopo aver riflettuto su quel passaggio mentre camminavo ... una riflessione e una sensazione che mai avevo sentito prima ma era semplicissima ... mi illuminai di benessere e di un pensiero affascinante su di un centro, l'io, il mio corpo, quello che sono e che sento dentro di me, composto da tanti piccoli universi messi assieme ... potevo vedere gli atomi e le cellule quasi , le molecole d'acqua, che è vita ... non l'ho dimenticata ancora oggi ad anni di distanza quella sensazione. 
Un'altra abbastanza simile la provai qualche anno dopo, però ero sotto effetto di un potente allucinogeno quella volta: Io e un ragazzo di Napoli di pochi anni più giovane ci facemmo lo stesso viaggio quasi, lui alla fine aveva timore di morire, anzi mi disse che gli avevo salvato la vita, ma non era vero secondo me, non gli si era mica fermato il cuore ... comunque la botta fu impressionante davvero. La sola volta che provai quel tipo di allucinogeno, mai più. Si percepiva come tutto che ruotava attorno ... del buio e dei colori improvvisi e intensi, molti e belli e sembravano proprio vivi, molto belli secondo me ... ma non posso descriverla purtroppo ... girava tutto come delle galassie veloci di luce che appaiono e scompaiono ... e una voce portentosa, lo dicevamo entrambi, mai udita prima ... e nemmeno dopo, però non era un libro quello e non renderei mai l'idea.
O anzi, per voi sono cazzate come per me il calcio! :-)
Gli antichi sciamani indiani ... il peyote ... più o meno da quello che so ...

Lo sapete che nelle Upanishad noi veniamo considerati le mani che tutto toccano, gli occhi che tutto vedono e l'udito che tutto percepisce ... il supremo? 
Chi sia questo supremo poco importa perché è indefinibile dalla nostra posizione individuale ... 

E se avessero ragione? 
I nostri predicatori lo sanno questo visto che leggono tanto ...
Non lo so, so solo che i nostri hanno torto marcio, i fatti lo dimostrano, ergo ...

Dionsio777



PS:Se vi chiedete ancora l'utilità di questo articolo vi chiedo solo se avete letto questa storia: 
La teoria delle 100 scimmie
Davvero la consapevolezza passato un numero, chiamiamolo critico, di elementi che l'hanno appreso si può trasmettere agli altri? I pensieri viaggiano?

Noi generiamo fenomeni nel corso della nostra esistenza, il fenomeno "massimo" sta nel riprodurre la vita stessa io credo, ma non è il solo però, mettiamo in moto e\o generiamo eventi, o catene di eventi, di questi possiamo  osservare solo il "fenomeno" in se ma non scorgere la causa di questo, solo le conseguenze che possiamo osservare quello che chiamiamo "evento" o "fenomeno" ... un po' come se osservi il monitor del tuo portatile: Quello che leggi è il fenomeno, ma non diresti mai osservando solo i collegamenti elettrici e la scheda madre che generano quello che osservi se non li conosci ... ed è così per i fenomeni naturali, terremoti, o peggio, ma è anche per quelli emozionali. Nemmeno se vedi me diresti che posso scrivere questo. Me lo hanno già detto più di una volta ... i pensieri nascono in me però ...
Noi agiamo perché ... ma non sappiamo ne da dove provenga questo perché che ci fa agire, ne sappiamo dove ci porterà alla fine, lo speriamo, ma non lo sappiamo esattamente e con certezza. 

fenomeno: Ciò che appare all'esperienza sensibile (spec. nel l. filos.); che si presenta come dato immediato del reale; che è passibile di osservazione scientifica: f. atmosferico, naturale



Il mondo come volontà e rappresentazione

Partendo dalla distinzione di Kant tra fenomeno e noumeno, Schopenhauer assegna al fenomeno il significato di rappresentazione e al noumeno il significato di volontà. A differenza di Kant, però, per Schopenhauer la rappresentazione non è costruita con le forme a priori, ma le precede, ponendosi come fenomeno originario a partire dal quale si danno spazio, tempo e causalità. La rappresentazione è il rapporto tra soggetto e oggetto, in cui l'oggetto esiste per il soggetto grazie all'azione che esso esercita nello spazio e nel tempo. Essa è regolata dal principio di ragion sufficiente in cui la causalità si manifesta nelle sue quattro radici che regolano: il divenire, come causalità fisica nelle cose naturali; il conoscere, come nesso logico tra premessa e conclusioni; l'essere, come concatenazione degli enti matematici; l'agire, come rapporto tra azione e motivazione. Questi modi del principio di ragione non appartengono solo al soggetto (come vuole l'idealismo) e neppure solo all'oggetto (come vuole il materialismo) ma alla rappresentazione quale rapporto tra soggetto e oggetto: nella rappresentazione la realtà non si esprime nella sua verità, ma nella sua apparenza, che la nasconde come un velo. continua

5 commenti:

fiore selvatico ha detto...

I luoghi dove captare i pensieri sono importanti,ma più importante è la tua antenna,il desiderare spegne quasi del tutto l"antenna,si pensano le solite cazzate. Per far funzionare al meglio l"antenna,basta il SEMPLICE VIVERE,chi vive intensamente,non permette intrusioni interferenze esterne,tipo alieni demoni,voci misteriose,schizzofrenia, ecc ecc,tutte queste cose dipendono dal non vivere.il vivere intensamente è l"unica medicina da utilizzare

*Dioniso*777* ha detto...

Non sapevo che chi vive intensamente non permetterebbe ... però la storia quadrerebbe anche, sai? Non ci credo perchè non li ho mai visti, ma forse ne vedo gli effetti?
Poi vivere intensamente ha molte sfumature comunque, a volte ... sono stagioni insomma quelle della vita.
Per via dell'antenna credo che siamo sempre connessi ... connessi non nel senso che noi comprendiamo però ...

fiore selvatico ha detto...

se non li hai mai visti,non vuol dire che qualcuno non li veda,anzi che li crei,ognuno si crea le sue illusioni,come dice
bill hichs è solo un giro di giostra,per certi è divertente per altri un agonia,il tutto per rendere affascinante il gioco che è la vita,alla fine tutti si faranno una colossale risata.Forse sono troppo sicuro di me,ma le mie esperienze mi portano a ciò,le antenne meno ego sei ,e più funzionano,su questo non ho dubbi.Chi ha certezze,ha spento tutte le antenne,la vita è un grande mistero che mai si riuscira a risolvere,perciò è impossibile che esistano le certezze,cosi come non è detto se arrivo a domani,ahahah

*Dioniso*777* ha detto...

Esatto, non è detto che arrivi a domani o che domani sorga il sole. Alla fine ci faremo una grassa risata, lo penso anch'io che nulla vada preso sul serio
Si, se non li vedo io non è detto che non esistano, io mi limito a non conoscere ...

*Dioniso*777* ha detto...

PS: chi è sicuro di se non fa niente di sbagliato, non è un male e non è vanto, è solo aver visto chi siamo e cosa possiamo fare, la vita insegna!

LKWTHIN

altri da leggere

LINK NEOEPI

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...